Cultura 2018-12-08T17:47:18+00:00
Per il 16° anno, la nostra Sezione propone ai Soci di Montecchio, ai Simpatizzanti e a tutti coloro che amano i viaggi, l’avventura e la montagna, i LUNEDÌ DEL CAI.

12 APRILE

LUCA TREVISAN

presentazione del libro “Il respiro del bosco”.

Nel XIII secolo la città di Vicenza possedeva la cosiddetta “zona alta” dell’Altopiano dei Sette Comuni: un’impervia catena montuosa soprastante la Valsugana che diverrà oggetto di acerbi scontri tra veneti e imperiali dopo l’annessione dell’Altopiano alla Repubblica di Venezia (1405). Nelle montagne di Vicenza i pascoli erano affittati a privati conduttori, mentre nei boschi era concesso agli abitanti dell’altopiano dei Sette Comuni di approvvigionarsi di legna per uso personale. Queste regole vennero sempre rispettate? Cosa accadde quando la città, alla fine del XVI secolo, iniziò a incoraggiare una politica di sfruttamento commerciale dei boschi? Perché i Sette Comuni arrivarono a far produrre un falso privilegio attraverso il quale attribuirsi la proprietà delle montagne di Vicenza?...

19 APRILE

ALBERTO PERUFFO ED ENRICO FERRI

Spedizione alpinistica internazionale: HUANTSAN 6395 m

Presentazione video-fotografica della spedizione internazionale al Nevado Huantsan (6395m), una delle montagne più belle e inaccessibili della Cordillera Blanca, in Perù, con la documentazione della prima salita italiana della Cima Nord. Protagonisti alpinisti del CAI di Schio, Rieti, Montecchio e delle Guide Don Bosco 6000 peruviane e boliviane. Con un appendice fotografica del grande fotografo reatino sui luoghi mitici del Perù incaico, da Cusco a Machu Picchu.

26 APRILE

GEREMIA BEDIN & CO

Dolpo ….questo sconosciuto!!!!!

Geremia Bedin, Francesco Muraro, Fiorenzo Fratta e Damiano Menti raccontano il loro trekking nel Dolpo: terra sconosciuta e poco accessibile ai turisti.

LUGLIO

ALESSANDRO GRUZZA

Inseguendo la Luce, in ascolto della Voce

Nel corso degli anni, l’amore per la Natura e la passione per la fotografia hanno insieme innescato un inarrestabile processo di trasformazione di un ingegnere dei materiali in fotografo naturalista. Come quando lungo un sentiero di montagna si giunge a un segnavia, ho scelto di creare una nuova traccia lungo un terreno non battuto seguendo la direzione, unica e sacra, indicata dalla propria voce interiore. Il sentiero che ho deciso di percorrere mette al centro il nostro patrimonio naturale, per evocarne lo splendore, la ricchezza e il suo richiamo silenzioso, allo scopo di risvegliare il nostro senso innato di appartenenza, rispetto e protezione per la Natura stessa, nostra casa. Passo dopo passo, il contatto diretto con l’ambiente naturale ha trovato piena espressione e profondo significato nella traduzione della voce della Natura in fotografia, e gli incontri di Luce raccontano attimi e avventure vissute in quattro continenti: dalle savane dell’Africa sub-sahariana agli ambienti scolpiti dall’erosione dell’America del Nord, dai deserti d’alta quota dell’America Latina ai ghiacci dell’Artico, fino a giungere al “giardino di casa” delle Dolomiti, dove il tantissimo tempo trascorso in ascolto di queste straordinarie montagne è diventato il libro fotografico “La Voce delle Dolomiti”. Il benessere più profondo dell’Uomo è intimamente connesso con quello della Natura. Il mio impegno personale e i progetti in corso vanno in questa direzione, e la fotografia è lo strumento più efficace che ho trovato per raggiungere la profondità dell’animo, trasmettere questo mio messaggio e condividere il personale inseguimento della Luce, dentro e fuori di sé. Questo evento verrà presentato al Castello di “Romeo”. La data della serata verrà comunicata appena possibile sui nostri social.

RESPONSABILI:

Besoli Nelly

Casalini Matteo

10 MAGGIO

FILMATO SU MARIO GAIANIGO (2021)

Una vita dedicata alla scuola di alpinismo del Cai Montecchio Maggiore. Il racconto dei suoi inizi e di come è poi diventato istruttore.

17 MAGGIO

KILIAN JORNET PATH TO EVEREST

Nel maggio 2017, Kilian Jornet ha raggiunto l'ultimo vertice della sua lista, l'Everest, con il doppio storico, senza ossigeno e in una volta. Ha segnato il culmine del progetto Summits of My Life di cinque anni, che lo ha portato a scalare alcune delle cime più famose del mondo, accompagnate da un piccolo gruppo di alpinisti. Sottotitolato in italiano

24 MAGGIO

TOM BALLARD 2015

Tom Ballard vive in un camper insieme all’anziano padre James. Sua madre, la celebre alpinista Alison Hargreaves, perse la vita scendendo dal K2 quando Tom aveva appena 6 anni e da allora il piccolo ha deciso di perseguire il sogno di diventare alpinista e scalare le sei pareti nord delle Alpi in un solo inverno. Nessuno è mai riuscito a farlo con questa cadenza e lui vuole diventare il primo. Accompagnato dal padre alla guida di un furgoncino bianco, Tom affronterà ogni rischio per riuscire a realizzare il suo sogno.

31 MAGGIO

FREE SOLO

L’IMPRESA DEL SECOLO. Un documentario mozzafiato, vincitore di un premio Oscar, per raccontare un’impresa già entrata a pieno titolo nella storia dell’alpinismo: la scalata impossibile di Alex Honnold alla parete El Capitan, quasi un chilometro di pietra calcarea liscia, senza alcun tipo di corda o misura di sicurezza. Due ore di film per scoprire tutti i segreti della scalata del secolo.

ORARIO: ore 21

LUOGO: presso la sede CAI: sala Pilati, piano terra

RESPONSABILE:

Penzo Massimo

Il tema della sesta edizione del concorso è:

Le stagioni della montagna

Per partecipare occorre inviare massimo 2 foto in formato orizzontale (risoluzione a partire da 300dpi, minimo 2MB) con INDICATO IL TITOLO per ognuna di esse: concorsofotografico@caimontecchiomaggiore.it, indicando nell’oggetto “concorso fotografico”.

Si raccomanda, al momento dell’invio delle foto, di richiedere o inviare la conferma di lettura, in modo tale da essere sicuri che siano arrivate. La giuria è composta da fotografi professionisti. Le 13 foto più votate saranno le immagini del calendario 2022. A fine anno, tutte le foto verranno pubblicate sul sito del CAI di Montecchio Maggiore e su fb.

LA PARTECIPAZIONE È GRATUITA E APERTA A TUTTI I SOCI DELLA SEZIONE CAI DI MONTECCHIO MAGGIORE

RESPONSABILE Besoli Nelly

in collaborazione con

FOTOCLUB MONTECCHIO
La sede CAI dispone di una biblioteca con la possibilità di consultare o prendere a prestito; esibisce le opere di narrativa di montagna, le guide (di arrampicata, escursionismo, scialpinismo) e i manuali, aggiornate annualmente per soddisfare le esigenze dei Soci e per mantenere il più possibile completa la dotazione.

Ad oggi ci sono oltre 800 volumi e le testate dei periodici delle principali istituzioni di montagna e delle sezioni del CAI.

Le guide possono essere prese in prestito solamente per una settimana.

RESPONSABILE Meggiolaro Leonardo